Internazionali e Ryder Cup, Roma si riconcilia con lo sport

Passata la bufera per il ritiro della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, la Capitale torna a riconciliarsi con lo sport grazie a due eventi che vedranno proprio la Città Eterna al centro dell’interesse di milioni di appassionati. Il primo è il tradizionale Master 1000 di Tennis, gli Internazionali BNL che si terranno al Foro Italico dal 6 (con le pre-qualificazioni) al 21 Maggio; il secondo, sarà la Ryder Cup di Golf, prevista per il 2022.

INTERNAZIONALI- E’ stata presentata ieri la 74esima edizione degli Internazionali di Roma. Entusiasta il presidente della Federazione Angelo Binaghi, nonostante l’assenza, ampiamente preventivabile, di Roger Federer (“Ma io sono un tifoso di Nadal, e poi qui Roger non ha mai vinto“, ha dichiarato Binaghi). Sono oltre 71 mila i biglietti già venduti, il 15% in più rispetto allo scorso anno, quando per la prima volta fu abbattuto il numero dei 200.000 spettatori. Il fatturato previsto è di 33 milioni, un record che fa degli Internazionali uno degli eventi tennistici principali dell’anno. Per coinvolgere ancora di più il caloroso pubblico romano, il sorteggio, che si terrà il 12 Maggio, verrà effettuato nel suggestivo scenario del Colosseo, sotto l’Arco di Costantino.

La Ryder Cup si terrà a Roma nel 2022
La Ryder Cup si terrà a Roma nel 2022

RYDER CUP- Un’altra importante notizia per lo sport nella Capitale è giunta durante la presentazione del Def, direttamente per bocca del Premier Paolo Gentiloni. C’è stato infatti il “sì” da parte del governo per lo sblocco dei 97 mln di euro chiesti come garanzia dalla federazione internazionale per organizzare la Ryder Cup a Roma, nel 2022. Il Governo stanzierà 56 mln, oltre ai 60 già sborsati; il resto verrà coperto dall’advisor Infront, con il quale il presidente della FederGolf Franco Chimenti siglerà un’intesa. L’evento verrà disputato fra 5 anni al “Marco Simone” di Guidonia, ma i preparativi, con l’inevitabile scia di polemiche legate al cospicuo impegno finanziario, sono già iniziati.

APPROFONDIMENTI  Inzaghi, il re della tattica