Roma alle prese con gli scioperi

Roma scioperi

Giovedì 6 aprile sarà giorno di sciopero sulle linee dei trasporti extraurbani laziali. 24 ore di blocco indette dalle organizzazioni sindacali Sul Ct, Ugl e Cambia-Menti M410. A comunicarlo è stata la Cotral, azienda del trasporto pubblico locale regionale. L’astensione delle prestazioni lavorative è prevista dalle ore 00:01 alle ore 05:29, dalle ore 08:30 alle ore 16:59 e dalle ore 20:00 fino a fine servizio. Saranno dunque garantite, come previsto dalla legge, le fasce di garanzia, ma potrebbero esserci  evidenti disagi o soppressioni.

Lo sciopero riguarderà tutto il territorio del Lazio e a farne più le spese saranno, senza alcun dubbio, i numerosi pendolari che, per motivi o di lavoro o di studio, dovranno muoversi verso Roma o comunque nei dintorni della Capitale. Il tutto non è che la naturale conseguenza di mesi di continue proteste e manifestazioni. Tra l’altro aprile potrebbe davvero essere un mese nero. Ci stiamo riferendo soprattutto al blocco dei voli, previsto per il 5, e allo sciopero Atac, programmato invece per il 7. Anche in quest’ultimo caso la durata sarà di ben 24 ore. Il rischio e il timore principale è quello di una vera e propria paralisi.

Ma è il periodo a essere di quelli  molto molto caldi. Infatti la giornata odierna è stata caratterizzata e segnata dallo sciopero generale indetto dall’associazione sindacale Usb Pubblico, che ha coinvolto direttamente anche il territorio capitolino, dove i dipendenti di tutti i comparti, dalla sanità agli enti locali, alla scuola, alla ricerca, all’università, passando per i ministeri, i vigili del fuoco, i lavoratori socialmente utili, si sono in buona parte astenuti dal lavoro per protestare contro il precariato. Insomma, di braccia che si incrociano in queste settimane ce ne saranno abbastanza. D’altronde, si sa, la situazione lavoro nel BelPaese è tutt’altro che positiva ed entusiasmante. Infatti la disoccupazione, pur essendo, secondo quanto dicono gli ultimi dati, stabile, rimane la più alta dell’eurozona. Un dato a dir poco preoccupante.

APPROFONDIMENTI  Roma, il sabato dei blocchi