Le tre cose più bizzarre da fare a Roma

Roma cose bizzarre

Roma cose bizzarre

Colosseo, Fori Imperiali, Piazza Venezia, Piazza del Popolo, Piazza Navona, Piazza di Spagna, Fontana di Trevi e Città del Vaticano: sono questi soltanto alcuni dei principali e più importanti monumenti e luoghi da visitare che vengono in mente se si pensa a Roma. Ma in realtà, come in ogni capitale europea e mondiale, anche in quella italiana le possibilità e le opportunità sono davvero molteplici e svariate. Ecco allora alcune delle cose più bizzarre che si possono fare nella città romana.

DIVENTA GLADIATORE

Chi non ha mai sognato di ricalcare, almeno per un giorno, le orme di Russell Crowe nel famosissimo film, vincitore di numerosi oscar, di un po’ di tempo fa? Bene, la Scuola Gladiatori del Gruppo Storico Romano offre questa incredibile  e irripetibile possibilità. Tunica, sandali, spada, urla e persino un vero e proprio corso intensivo della durata di ben due mesi. Se non è bizzarro questo… Sicuramente però parliamo di un’esperienza più unica che rara. Per chi ha l’animo avventuriero un qualcosa davvero da provare.

OSSA E SCHELETRI

Resti incollati alle pareti in modo stupendamente e meravigliosamente artistico e ossa utilizzate per sorreggere le lampadine che pendono dal soffitto: è questa la Cripta dei Cappuccini. In essa sono custodite le ossa di oltre 4 mila frati. Insomma, un qualcosa da vedere e da visitare solo se non si è facilmente suscettibili e impressionabili. E non occorre nemmeno chiedersi il perché.

INSULTI AL RISTORANTE

«E benvenuti a sti frocioni… Belli, grossi e capoccioni…» È questo un divertentissimo spezzone del film Fracchia, la belva umana.  Gli insulti sono una caratteristica tipica della tradizionale osteria romana, di cui il ristorante Cencio la Parolaccia ne è la rappresentazione più classica e nota. E d’altronde pagare per farsi, tra un cibo e l’altro, insultare e sbeffeggiare è una delle più simpatiche e particolari rappresentazioni della Roma bizzarra.